1

Aureliano Curini

SAN MAURIZIO D’OPAGLIO – 30-05-2019 – Riflessioni sui trend di mercato e scenari emergenti per il settore valvole e rubinetti. Le propongono Confindustria Novara Vercelli Valsesia (Cnvv) e Avr, l'associazione di categoria federata ad Anima-Confindustria, in collaborazione con il Museo del rubinetto e della sua tecnologia. “Valvole e rubinetti, il futuro che non ti aspetti” questo il titolo dell’incontro a cui parteciperà l’economista Marco Fortis, vicepresidente della Fondazione Edison, e Giorgio Ziemacki, di GZ Consultants. L’appuntamento è per le 15 di mercoledì 5 giugno al teatro degli Scalpellini di San Maurizio d’Opaglio.

«L’evento – spiega il direttore di Cnvv, Aureliano Curini – vuole offrire una qualificata occasione di confronto tra esperti e operatori in un momento molto delicato per il futuro del “Made In Italy”. La manifattura italiana vive, infatti, la contraddizione esistente tra i tanti punti di forza di un’economia reattiva e dinamica, che stava riuscendo a emergere dalla crisi, e i molti fattori di instabilità (politici, economici e finanziari) a cui nuovi e in parte inaspettati scenari stanno oggi esponendo il nostro Paese. I possibili sviluppi di questi scenari sono alquanto incerti e destano non poche preoccupazioni sotto il profilo dei rischi per lo sviluppo delle imprese. Anche il comparto della rubinetteria e del valvolame, pur avendo mantenuto negli ultimi anni un trend di crescita positivo, vive questa contraddizione e i suoi possibili impatti negativi. Per imprenditori e manager del settore diventa quindi importante avere a disposizione chiavi di lettura autorevoli e originali di questo nuovo contesto, al fine di individuare gli strumenti strategici che consentano loro di continuare a creare valore, gestendo e non subendo i cambiamenti in atto».

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.