1

dago angelo

 

VERCELLI 21-01-2022 Arrivano in commissione Ambiente del Consiglio regionale del Piemonte i primi dati economici relativi ai fondi Pnrr che il Ministero della Transizione Ecologica erogherà alle Regioni.

“Il Piemonte avrà almeno 200 milioni di euro di trasferimento - ha commentato al termine dei lavori d’aula il presidente della Quinta commissione, il leghista Angelo Dago - che avrà un impatto almeno ventennale e che il nostro assessore all’Ambiente Matteo Marnati ci ha illustrato a livello di linee guida. La Regione Piemonte sta vagliando almeno 60 progetti, valutando per ognuno pregnanza e coerenza. I bandi ministeriali scadranno tra poco più di 20 giorni. A quel punto avremo un dettaglio ancora più preciso della dotazione economica per progettare gli interventi di contesto ambientale”.

“Stiamo proseguendo un lavoro serrato con imprese, Enti di governo, Associazioni d’ambito e Consorzi di area vasta - ha proseguito il presidente leghista della commissione Ambiente del Consiglio regionale Angelo Dago - per una pianificazione regionale che sia strategica, sostenibile e scalabile. Vogliamo insistere sull’autonomia della dotazione impiantistica, facendo in modo che i rifiuti si spostino il meno possibile, ma evitando una eccessiva polverizzazione territoriale”.

“La Regione Piemonte - ha concluso il consigliere vercellese Dago - guarda ad impianti che favoriscono l’incremento del recupero di materia delle frazioni recuperabili, riducendo il quantitativo dei rifiuti avviati a smaltimento in discarica, agli aspetti innovativi della proposta progettuale e alla taglia impiantistica complessiva in relazione alle necessità di trattamento del territorio, per costruire una progettualità a fronte di un investimento che non ha eguali e che va sfruttato appieno per costruire il futuro ambientale del nostro territorio”.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.