1

 

libri

BIELLA 23-06-2022Svelati i cinque finalisti del premio “Biella letteratura e industria”, annunciato già il premio speciale a Paolo Baratta. Il concorso è il primo riconoscimento in Italia dedicato a romanzi e saggi capaci di indagare i rapporti tra due mondi apparentemente distanti, quello delle arti e quello dello sviluppo industriale. 

«Il Premio cresce, anche questa edizione di saggistica ha visto trentuno candidati e la cinquina è di assoluto valore – h aspiegato Paolo Piana, presidente di “Biella letteratura e industria” -. Ci piace vedere come la trasformazione del libro vincitore in musical faccia breccia nel pubblico, è una formula che diffonde e valorizza il libro ed il Premio, oltre ad essere gradevolissima». Pier Francesco Gasparetto, presidente della giuria, ha annunciato e presentato i finalisti e il vincitore del Premio speciale della Giuria. 

I finalisti sono Roger Abravanel con “Aristocrazia 2.0. Una nuova elite per salvare l’Italia”, Marco Armiero con “L’era degli scarti. Cronache dal Wasteocene, la discarica globale”, Claudia Bianchi autrice di “Hate speech. Il lato oscuro del linguaggio”, Fabio Deotto con “L’altro mondo. La vita in un pianeta che cambia”, Angelo Mastrandrea con “L’ultimo miglio. Viaggio nel mondo della logistica e dell’e-commerce in Italia tra Amazon, rider, portacontainer, magazzinieri e criminalità organizzata”. 

Cinque opere di saggistica, scelte tra le trentuno opere candidate, che concorreranno per un premio del valore di 5mila euro riservato all’opera vincitrice, mentre ai quattro finalisti verrà assegnato un premio di mille euro ciascuno.

Infine è stato assegnato il premio speciale a Paolo Baratta con “Il Giardino e l’Arsenale. Una storia della Biennale”, un saggio con cui “[…] l’autore affronta nodi tuttora cruciali del fare cultura, amministrarla, diffonderla…” (Alberto Sinigaglia)

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.